tch4x401

Siamo stati i primi, nel lontano 1992, ad aprire al turismo quel mondo fantastico che è il Tibesti: i suoi impressionanti imponenti picchi vulcanici sono stati lo scenario di un viaggio da pionieri in una regione selvaggia. Ora dopo quasi 15 anni di attesa, questa regione mitica, scrigno prezioso e segreto dell’intero Sahara è nuovamente aperta e percorribile ed esercita su di noi un’irresistibile attrazione.

 

E’ un viaggio per veri appassionati di deserti in un contesto imponente ed affascinante la cui bellezza e particolarità lascia spazio ad un’intensa e profonda emozione. Una realtà separata e unica di cui  guglie basaltiche, tassili di arenaria, caldere vulcaniche, montagne imponenti, l’incontro con i Tubu Teda custodi delle più antiche tradizioni, sono solo alcuni degli ingredienti che compongono un “must” per i viaggiatori sahariani.

Da Faya Largeau, capitale della regione del Borkou, proseguiamo verso nord serpeggiando tra dune, depositi multicolori di alghe fossili e ordinati palmeti attorno  ai quali si aggregano piccoli villaggi Tubu. Si piega a nord per rimontare gli altopiani dell'Emi Koussi, la più alta montagna del Sahara, attraversando una splendida regione di tipo "tassiliano". Il corso naturale dell'Enneri Miski, ci guiderà fino al villaggio di montagna di Yebbi Bou, abitato da nomadi Teda nelle loro caratteristiche capanne.
In un paesaggio prettamente roccioso, aggireremo gli enormi complessi vulcanici del Tarso Voon e Toon seguendo lo splendido canyon di Zumri, fino ad arrivare a Bardaï, capoluogo della regione, situata in una cornice di montagne di indescrivibile bellezza. Si prosegue lentamente verso sud-ovest, risalendo gli enneri che tagliano le enormi colate laviche del Pic Tousside.

Superato un colle a 2400 metri, apparirà l'enorme caldera del "Trou au Natron", dal diametro di 6 chilometri e profondo 700 metri, il cui fondo è ricoperto da una bianca crosta di carbonato di sodio. Dal colle, ridiscesi alle piane sottostanti , giungeremo al villaggio di Zouar, ove risiede il Derdé, capo spirituale e tradizionale delle famiglie Tubu del Tibesti. Da Zouar, in direzione sud, attraverseremo una zona tassiliana che ci condurrà all'uscita del massiccio del Tibesti e a ritrovare il Bourkou con i suoi rigogliosi palmeti.

  • Durata: 16 giorni
  • Numero minimo partecipanti: 8


Aspetti Pratici

  • fuoristrada
  • guida Spazi d’Avventura

Quote

Da

Partenza

Ritorno

Prezzo
(incluse tasse aeroportuali)
Milano 21 dicembre 2014 5 gennaio 2015 a partire da € 3.980,00
Milano 18 gennaio  2015 2 febbraio 2015 a partire da € 3.980,00

Milano 17 marzo 2015 6 aprile 2015 21 giorni via N'Djamena - prezzo da definire

  • Visto: 180 €
  • Supplemento tenda singola: 45 €
  • Gestione pratica + Assicurazione medica e bagaglio: 80 €
  • Assicurazione facoltativa "Globy Giallo" per annullamento